Remote Working

Lavoro da Remoto e Lavoro in Ufficio per i Programmatori: Qual è il Migliore?

Le startup più alla moda attraggono nuovi talenti con il lavoro da remoto, i grandi gruppi ci provano con il venerdì a casa, i nomadi digitali intasano Instagram con le foto del loro lavoro in spiaggia.

Lo vedi dappertutto: gli uffici a cubicolo stanno sparendo.

Ma se sei un manager che sta cercando di assumere un nuovo professionista, ti starai facendo questa domanda: 

Il lavoro da remoto offre davvero maggiori benefici del lavoro in ufficio?

Non importa se sei una software house o se stai gestendo una società di consulenza informatica, la risposta è un deciso ‘sì’.

Infatti lo sviluppo di software da remoto non solo facilita la delivery del miglior prodotto possibile (i linguaggi di programmazione non sentono la distanza!), ma aiuta anche i dipendenti a programmare una giornata lavorativa che permetta loro di rendere di più.

Ecco dunque i cinque ambiti in cui i lavoratori remoti superano regolarmente i colleghi in ufficio.

Lavorare da remoto aumenta la produttività

Maggiore produttività con il lavoro da remoto

Uno dei vantaggi più riconosciuti del lavoro da remoto è un aumento della produttività dei dipendenti. Secondo uno studio, il 65% dei dipendenti ha affermato che lavorare in remoto li aiuterebbe a essere più produttivi.

Ma che cosa rende il lavoro remoto così produttivo?

Uno dei principali elementi è la capacità di strutturare la giornata come si preferisce. Se un programmatore ha bisogno di fare commissioni, per esempio, può dividere la sua giornata lavorativa e trovare comunque il tempo per fare tutto.

Un altro elemento che viene spesso evidenziato è che si evitano le distrazioni comuni dell’ufficio. 

Hai presente quel collega rumoroso, che sembra passi il tempo ad escogitare nuovi modi per interromperti? Ecco, senza i suoi attentati alla produttività si lavora molto meglio.

Non solo, lavorare tramite remote working ti permette anche di sfuggire alle costanti riunioni estemporanee – che si sa, spuntano come funghi in qualsiasi momento della giornata in ufficio.

Ancora, non si sprecano energie e tempo in pendolarismo – tempo ed energie che permettono di produrre di più e meglio quando si è impegnati nel lavoro.

Flessibilità elemento chiave del lavoro da remoto

Flessibilità: elemento chiave per il remote working

A chi lasciare i bambini?

Quando ritirare il pacco?

…e il cane?

Niente di tutto ciò è un problema quando hai la flessibilità dalla tua. E flessibilità significa proprio questo, poter organizzare la propria giornata lavorativa per incastrare tutto quello che serve senza sacrificare niente.

Ma i vantaggi ci sono anche per le aziende: la flessibilità infatti consente di risolvere alcuni dei problemi tipici della gestione di un ufficio tradizionale.

Infatti smettendo di controllare il tempo dei lavoratori e mettendo da parte la microgestione, si aumenta il senso di coinvolgimento dei collaboratori. E non è poco, visto che mette un argine alla piaga che sta colpendo le strutture tradizionali, cioè la dispersione di ore/lavoro passate a navigare su internet senza scopo.

Inoltre si sono visti vantaggi anche sulla salute dei lavoratori: il numero di permessi per malattia diminuisce, così come si riduce il tempo di recupero post malattia.

Remote working vs lavoro in ufficio
C

Comunicare da remoto

“Ma con il lavoro da remoto si perde il contatto relazionale tra colleghi!”

Ebbene, non è così:

Numerosi studi ed esperti segnalano che, sorprendentemente, chi lavora da remoto finisce per essere più comunicativo con i propri colleghi rispetto ad una normale situazione da ufficio.

L’ambiente tradizionale dell’ufficio infatti ci fa sentire tutti perfettamente connessi. Ma poi finisce che nessuno avvisa il vicino di cubicolo dell’incontro improvvisato dopo pranzo, perché tutti pensavano che gliel’avesse detto qualcun altro.

Lavorando da remoto questo problema non c’è, perché è necessaria una comunicazione costante e attiva con i colleghi – cosa che rende un team non solo più affiatato, ma anche più produttivo.

Ed è per questi motivi che il 92% dei dipendenti ha riferito in uno studio che gli strumenti di collaborazione video, pilastro nella cassetta degli attrezzi per il lavoro remoto, hanno migliorato il loro senso del lavoro di squadra.

Lavorare da remoto

Lavorare da remoto aiuta la diversità

Un altro grande punto a favore del lavoro da remoto è la diversità che questo può portare in un team o in un progetto.

Spesso infatti si tende a creare gruppi di lavoro uniformi ed omogenei. Questo però riduce le possibilità di pensiero creativo e di confronto produttivo.

Serve un gruppo aperto a sperimentare nuove idee? Allora bisogna strutturarlo perché possa lavorare da remoto!

Non solo, il lavoro da remoto permette anche di raggiungere talenti che magari non si sarebbero potuti includere, proprio perché troppo lontani geograficamente.

Inoltre professionisti che vivono su diversi fusi orari consentono ad un’azienda di essere attiva oltre le otto ore standard d’ufficio – un vantaggio indiscutibile per reagire immediatamente agli stimoli di utenti e clienti.

I vantaggi del remote working

Remote working = employee retention

Quando si parla di come i lavoratori remoti superino i lavoratori in ufficio, non si valuta solo il numero di progetti consegnati alla fine della settimana. Si prendono in considerazione anche i costi aziendali.

Infatti lavorare da remoto ha un impatto diretto sull’employee retention, ovvero la capacità di un’azienda di conservare i propri dipendenti. E questo ha una ricaduta importante sui costi che l’azienda deve sostenere per il turnover dei dipendenti.

Perché?

Per il semplice fatto che ridurre il tempo dedicato allo spostamento tra casa e lavoro è una delle motivazioni che più spesso spinge un lavoratore a cambiare lavoro. Se l’azienda fornisce la possibilità di annullare questa perdita di tempo, può ridurre considerevolmente i costi derivanti da una nuova selezione e formazione.

Inoltre, un lavoratore più felice contribuisce in maniera determinante ad un ambiente lavorativo migliore:

Insomma, guadagni per tutti!

…e tu, sei pronto al lavoro da remoto?

Il settore ICT è il più predisposto a cercare e richiedere i vantaggi del lavoro da remoto.

Cosa stai aspettando? Iscriviti a GeekandJob e scopri il luogo di incontro tra i professionisti Tech e le migliori offerte di lavoro ICT…anche da remoto 😉

Lascia un commento